BY: Renato Barbruni

Condividi Su:

SOLARIS
di Steven Soderbergh
Interpreti: George Clooney, Natascha McElhone
Anno di produzione 2002

Film dalla narrazione lenta, falsamente fantascientifico.. Questo è più un film che vuole indagare sulle immagini interiori dei personaggi. Solaris, il pianta-anima che rende possibile la realizzazione delle immagini nascoste nel profondo della psiche, rappresenta la nostra capacità e il nostro anelito alla verità. Il protagonista si trova di fronte all’immagine della moglie morta suicida e all’idea che la causa della morte sia statala sua incapacità a comprenderla. In effetti il vero dramma è la mancanza di fede dei due. Lei che si uccide quando è lasciata, e non ha la forza di attendere il ritorno o di sperare in esso poiché manca in lei la fede nel suo compagno e in ultimo nell’amore. Il protagonista alla fine riuscirà ad andare oltre la ragione gettandosi nel nulla alla ricerca del suo amore. Come dire che l’amore lo si trova sostenendo un grande atto di fede oltre la nostra ragione. Come dice il film “non ci sono risposte, ci sono decisioni”, in altre parole “atti di fede”.

Side bar